Qualunque cosa tu possa fare, qualunque cosa tu possa sognare, comincia!

Villa Grimaldi a Castelfranco Emilia (Modena) è la più importante tenuta emiliana dei Grimaldi, discendenti diretti dei Principi di Monaco. Il capostipite, Stefano Grimaldi comprò la villa alla fine del 1400.

Il meraviglioso giardino all'inglese, il laghetto che circonda la villa con i suoi cigni fiabeschi e la barchetta che ondeggia sullo specchio d'acqua regalano attimi di quiete, magia e serenità.

Per la bellezza dei suoi interni e grazie al suo grande giardino circondato da un romantico laghetto è la location ideale in cui vivere atmosfere suggestive e fuori dal tempo.

uno

due

tre

Storia Villa Grimaldi

Nel 300 le fonti storiche attestano, in località Riolo, due chiese: San Pietro e San Giovanni. Si può ipotizzare che il complesso di San Giovanni sorgesse proprio nell’area che fu poi di palazzo Grimaldi. Quella di Riolo rappresentò la più importante tenuta emiliana dei Grimaldi, discendenti diretti dei principi di Monaco. Il capostipite Stefano, a causa di gravi vicissitudini politiche, nel 1478 abbandonò Genova per rifugiarsi a Reggio Emilia; da qui la famiglia si spostò nella fiorente Bologna, allora capitale della produzione della seta, e vi acquistò case, terreni e persino filatoi. Fu proprio in città che Teresa Margherita, figlia del senatore bolognese Jacopo Ottavio Beccadelli, si unì in matrimonio con Grimaldo Grimaldi dando così origine al ramo Grimaldi-Beccadelli, proprietario dell’omonima villa.

In un documento del 1724 la proprietà e i terreni annessi vengono stimati a lire 230.000 lire. La villa è stata acquistata nel 1949 da Cesare Comani, padre e nonno degli attuali proprietari. Ricerche storiche d’archivio, effettuate dagli attuali proprietari, per risalire alle origini della villa non hanno permesso di risalire allo sviluppo architettonico dell’edificio, di cui si ignorano l’anno di costruzione ed il nome dell’architetto.

L’aspetto attuale della villa, certamente settecentesco, ha fatto però supporre che siano stati inglobati due edifici attigui antecedenti e molto differenti fra loro: uno rustico e l’altro caratterizzato da una loggia passante, tipica delle residenze di campagna. Non si hanno notizie certe neppure su l’origine dello specchio d’acqua che circonda la villa, che doveva servire, oltre che per convogliare le sorgenti della zona, anche per permettere la formazione di un elegante giardino alla francese. Il laghetto lo si ritrova per la prima volta nella mappa catastale redatta alla fine del 700, in epoca napoleonica.

Clicca qui per vedere la storia della famiglia Grimaldi.

Il Responsabile di Villa Grimaldi Ricevimenti che si occupa della gestione e dell'organizzazione di tutto il complesso è Eugenio Zanetti, vero e proprio esperto nel settore wedding; si affida ad un team di persone in grado di offrire un servizio altamente professionale, puntuale e cordiale.

Per informazioni telefona al numero 380 100 68 59 o scrivi a eugenio@sposigrimaldi.com